Giovani: stress e depressione secondo lo psicoterapeuta

Stress e  Depressione sono disturbi “semplicemente psicologici” mentre ipertensione o mal di schiena, ad esempio, sono “Strettamente medico.” Secondo la Dott.ssa Di Camillo Patrizia psicoterapeuta a Torino tra il 50 e il 75% di tutte le visite mediche sono motivate principalmente dallo stress e che, in termini di mortalità, Lo stress è un fattore di rischio più serio del tabacco .

La maggior parte dei farmaci più usati nei paesi occidentali rivendicano il trattamento di problemi legati allo stress : antidepressivi, ansiolitici, rilassanti muscolari e sonniferi, antiacidi, per il bruciore di stomaco e le ulcere e quelli dedicati alla lotta contro l’ipertensione e colesterolo.

Lo stress cronico provoca Ansia e Depressione ma non questo, ma anche le conseguenze negative sul corpo: insonnia, rughe, ipertensione, palpitazioni, mal di schiena, problemi della pelle, digestione, infezioni ricorrenti, sterilità e impotenza sessuale .alle relazioni sociali e alle prestazioni professionali: irritabilità, perdita di capacità di ascolto, diminuzione della concentrazione, ritiro su se stessi e perdita dello spirito di squadra . Questi sintomi sono tipici di ciò che viene chiamato Sovraccarico di lavoro o esaurimento.

Pertanto, si consiglia vivamente di affrontare un disturbo di questo tipo in modo integrato o olistico che affronti gli aspetti principali coinvolti Ci sono diversi aspetti profondamente coinvolti nei disordini relativi allo stress Ansia e Depressione, che sono ( facendo clic su ciascuno di le seguenti sezioni accederanno ad ampie informazioni relative ):

Le terapie per curare l’ansia e la depressione sono utilizzate con grande successo da coloro che hanno sintomi di depressione o ansia, a causa della loro attenzione a utilizzare l’attività sana come metodo di trattamento e alla ricerca di cambiamenti emotivi attraverso la relazione e il benessere fisico. Sebbene i trattamenti convenzionali (terapia psicologica, farmaci, ecc.) siano approvati dai professionisti nella scelta del metodo, le terapie per curare ansia e depressione possono essere molto più efficaci nei pazienti che non si identificano con qualcuno che è abbastanza malato per essere curato dai professionisti, e quindi usano misure meno drastiche che lavorano in un’ampia percentuale di casi per raggiungere importanti progressi.

 

 libro del Dr. D. Servan-Schereiber

Riferimenti:
Servant-Schreiber, D. MD. PhD. (2003) “Emotional Healing”, Kairos

Cummings, N.A. e N. Van den Bos (1981) “L’esperienza permanente ventennale Kaiser con la psicoterapia e l’utilizzo medico: implicazioni per la politica sanitaria nazionale e l’assicurazione sanitaria nazionale”, trimestrale sulla politica sanitaria, n. 1 (2), pp.159-175;

] Kessler, LG, PD Cleary, et al. (1985) “Disturbi psichiatrici nelle cure primarie”, Archives of General Psychiatry, No. 42, pp.583-590;

MacFarland, B.H., D.K. Freeborn et al. (1985) “Modelli di utilizzo tra bobine a lungo termine in un gruppo prepagato di organizzazione di manutenzione sanitaria”, Medical Care, vol. 23, pp. 1.121-1.233.

Grossarth-Maticek, R. e H.J. Eysenck (1995) “Autoregolazione e mortalità per cancro, malattie coronariche e altre cause: uno studio proattivo”, Personalità e differenze individuali, vol. 19 (6), pp. 781-795.

Autore dell'articolo: admin